Site Overlay

Senza perdere la tenerezza

Ci insegnano prima a comportarci come “i bimbi grandi”, promettendoci in cambio più autonomia, poi in seguito a comportarci proprio come “i grandi” per omologarci alla società e, a ben pensarci, cosi facendo, a sacrificarla tutta quella “autonomia”.

Pensiamo che sia disdicevole dare voce alla nostra parte più irrazionale, che sia infantile: in realtà quando non la assecondiamo ci scopriamo insoddisfatti, inespressi, prigionieri di qualcosa che ignoriamo. E allora perchè aspettare ancora, perchè non ascoltare il nostro fanciullo interiore, perchè non approcciare la vita “da grandi” con quella scintilla negli occhi di quando eravamo bambini?

E’ un’idea, una provocazione, un sogno… Oppure no?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: