Site Overlay

FE2021 – Sognatori sul mio cammino / foto 5

Il paradiso perduto (o forse no)

Castelluccio ci ha accolto con l’aria di chi quel giorno di turisti come noi ne aveva visti tanti, troppi. Noi eravamo solo altri 2. Sornione ci ha messo nel taschino della camicia un tramonto mozzafiato, colorando l’aria d’oro. Ci ha mostrato una splendida via lattea e ci ha versato un’alba nebbiosa a chiudere lo scrigno della sua valle e a disvelarne poi pian piano i tesori, sorso dopo sorso, meraviglia dopo meraviglia. Ebbri di bellezza ci ha lasciato tornare a casa, ma tenendosi un po’ di noi.

Precedente Successiva

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: